note degli oli essenziali

Sapete quali sono le note degli oli essenziali?

Forse non sapevi che esistono anche le note degli oli essenziali. Le note sono molto usate in profumeria per decidere come mescolare i diversi aromi.

Ti serve sapere le note degli oli essenziali soprattutto se usi un diffusore e vuoi profumare la stanza con diversi aromi o vuoi creare prodotti profumati con oli essenziali. Ma una conoscenza di queste note è sempre importante se vuoi usare oli essenziali.

Quali sono le note degli oli essenziali?

Ci sono tre tipi di note: alte, medie e basse.

Le note alte sono composte da molecole piccole e vengono assorbite velocemente dalla pelle e inoltre evaporano presto. In genere tendono ad essere usate per risvegliare e dare vitalità. Alcuni esempi di oli essenziali in questa categoria sono oli essenziali ottenuti da agrumi come limone, pompelmo, bergamotto e arancio, lavanda, menta piperita, basilico e eucalipto.

La maggioranza degli oli essenziali appartengono alle note medie, generalmente non hanno un aroma molto forte e vengono usati per rinforzare e bilanciare altri aromi. Tra gli oli essenziali in questo gruppo abbiamo cannella, cipresso, pepe nero, ginepro , finocchio, albero del tè, geranio e rosmarino.

Le note degli oli essenziali considerate alte sono invece quelle dagli aromi forti e che evaporano lentamente. Per esempio l’incenso il benzoino, il sandalo, il legno di cedro e la mirra.

Generalmente per creare un aroma si parte dalla nota bassa per dare una base duratura, si aggiunge una o più note alte per dare un po’ di vita ed energia e si conclude con una nota media per bilanciare il tutto. Ci sono tante ricette in giro di aromi piacevoli per diverse occasioni o per cambiare il mood di una stanza ma potete sempre fare esperimenti. Solo una volta ho dovuto buttare via una miscela e inventando combinazioni di aromi ho scoperto molte miscele estremamente gradevoli.

Altri oli essenziali da scoprire

10 benefici dell’olio essenziale di lavanda

L’olio essenziale più comune e anche più sicuro, adatto anche per i bambini, il jolly di tutti gli oli essenziali. …

0 comments
olio essenziale di neroli

Olio essenziale di neroli; usi e cose da sapere

L’olio essenziale di neroli è ottenuto dai fiori, non un olio molto usato ma da considerare se volete avere una …

0 comments

Olio essenziale di lavandina; a che serve e come si usa

Il nome latino della pianta di lavandina è Lavandula x intermedia , si tratta di un incrocio tra la lavanda …

0 comments

 

oli essenziali per i dolori muscolari

Quali sono gli oli essenziali per i dolori muscolari? E come usarli…

Ci sono tanti oli essenziali per i dolori muscolari. Questi oli possono essere usati diluiti in un olio vettore per fare massaggi. o messi nella vasca da bagno vi dovrebbero dare sollievo immediato.

Ovviamente se avete dolori muscolari gli oli essenziali usati per inalazione o nel diffusore sono meno efficaci. Riuscire a rilassare corpo e mente serve comunque anche a rilassare i muscoli e quindi a diminuire i dolori. Ma generalmente se cercate oli essenziali per dolori muscolari considerate il massaggio o il bagno caldo prima di tutto.

Abbiamo raccolto alcuni dei più comuni oli essenziali per i dolori muscolari che potete trovare facilmente sul mercato. Potete usarli in combinazione o mischiarli all’olio essenziale di lavanda per esempio che va bene con quasi tutti gli oli e serve anche a rilassare.

Prima di usare un olio per la prima volta fate un test allergico, ovvero mettete un paio di gocce in un cucchiaino di olio vettore. Spalmate la miscela all’interno del gomito e coprite con un cerotto. Lasciate per 24 ore, se non si manifestano sintomi allergici, potete procedere all’uso.

Se usate oli essenziali per i dolori muscolari direttamente sulla pella fate attenzione a diluirlo bene. Generalmente si parla di 2% di olio essenziale in un olio vettore ma meno (1%) se si tratta di una persona anziana o con malattie croniche.

Oli essenziali per i dolori muscolari

olio essenziale di maggiorana

Olio essenziale di maggiorana; a cosa serve e come usarlo

Un ‘erba familiare in cucina ma che ha anche proprietà mediche. L’ olio essenziale di maggiorana, anche se non tra i …

0 comments
olio essenziale di benzoino

Olio essenziale di benzoino; come usarlo e a cosa serve

Forse non conoscete l’olio essenziale di benzoino, assomiglia alla vaniglia come aroma ed è utile in caso di raffreddore e …

0 comments

Arnica, a cosa serve questa pianta e come usarla

Ci sono oltre 30 tipi diversi di arnica, tutti sono piante perenni e da tempi immemori vengono usate per i …

0 comments
olio essenziale di origano

Olio essenziale di origano; cose da sapere e come usarlo

L’ olio essenziale di origano è ottenuto dalla pianta in fiore. Nome botanico: Origanum vulgare Famiglia: Lamiaceae Storia e Informazione …

0 comments
olio essenziale di cipresso

Olio essenziale di cipresso, cose da sapere e come usarlo

Forse non sapevate che c’era un olio essenziale di cipresso, invece esiste proprio ed è anche piuttosto utile. Personalmente lo …

0 comments
olio essenziale di wintergreen

Olio essenziale di wintergreen; cose da sapere

Non conoscete l’olio essenziale di wintergreen? non ci credo! L’olio essenziale di wintergreen si trova in tante pomate per i …

0 comments
vetiver olio essenziale

Vetiver olio essenziale, benefici e come usarlo

Un olio essenziale usato relativamente poco e un pochino più caro di altri. Ma ci sono anche ragioni per usarlo …

0 comments
olio essenziale di ylang ylang

Olio essenziale di ylang ylang; cose da sapere e come usarlo

L’olio essenziale di ylang ylang è calmante e rilassante ma ha anche un grande aroma, usato molto in profumeria.  Nome botanico: …

0 comments
OLIO ESSENZIALE DI EUCALIPTO

Olio essenziale di eucalipto; a cosa serve e come usarlo

Nome botanico: Eucalyptus immersioni, eucalyptus globulus (Eucalipto), Eucaliptu macarthurii, Eucaliptus polybractea , Eucaliptus radiata, Eucalipus sideroxylon, Eucaliptus smithii Famiglia: Myrtaceae …

0 comments
olio essenziale di legno di cedro

Olio essenziale di legno di cedro; come usarlo e a cosa serve

L’olio essenziale di legno di cedro, sicuramente il mio preferito contro le tarme. Ora adoro anche l’aroma.  Storia e enformazione …

0 comments
olio essenziale di pepe nero

Olio essenziale di pepe nero; cose che devi assolutamente sapere

L’olio essenziale di pepe nero viene ottenuto dalle bacche di una pianta tropicale. Una delle spezie più antiche e diffuse. …

0 comments

 

OLIO ESSENZIALE DI MANDARINO

Olio essenziale di mandarino; i suoi benefici e come usarlo

Sicuramente l’olio essenziale di mandarino ha un buon profumo che riconosciamo tutti ma ha anche altre proprietà?
Nome botanico: Citrus clementina (Clementine), Citrus nobilis (Mandarino), Citrus reticulata (Mandarino, Mandarino e Clementine)
Famiglia: Rutaceae
L’olio essenziale è ottenuto dalla buccia del frutto.

Storia e Informazioni del mandarino

Il mandarino  è un sempreverde, albero di agrumi, originario dall’Asia. Gli alberi crescono ad un’altezza di circa 3-7 metri e hanno fiori bianchi profumati che diventano frutti arancione. Portato in Europa nel 1805 da allora viene anche coltivato fuori dall’Asia.
La clementina  è  un ibrido chiamato da Pere Clemente , che scoprì l’albero nei primi anni del 1900.
Gli oli sono usati per condire i dolciumi, bevande, gomme da masticare e prodotti da forno e sono molto apprezzati in profumeria.
MANDARIN

Usi Pratici dell’olio essenziale di mandarino

Viene usato per il raffreddore
Purificante, aiuta a diminuire la cellulite
Calmante; favorisce un sonno riposante
Incoraggia a sognare
Migliora la chiarezza mentale e la prontezza di riflessi, acuisce la mente, allevia la tensione emotiva e lo stress
Serve a calmare i bambini irritati

Proprietà dell’olio essenziale di mandarino

Antidepressivo, antiemetico, antisettico, antispasmodico, antistress, antitussigeni, aperitivo, astringente, calmative, carminative, colagogo,  decongestionante, depurativo, digestivo, diuretico, emolliente, ipnotico, rivitalizzante, sedativo, stimolante digestivo e linfatico), stomachico, tonico, sedativo, edificante

Come si usa in aromaterapia?

Potete usarlo nel diffusore, nel bagno, in massaggi o inalarlo direttamente. Ovviamente diluirlo in olio vettore se usato direttamente sulla pelle, fate particolarmente attenzione se avete la pelle secca o delicata. Come tutti gli oli essenziali di agrumi anche quello del mandarino è fototossico e non andate alla luce del sole scoperti per diverse ore dopo averlo applicato sulla pelle.
Potete mischiare l’olio essenziale di mandarino agli oli di altri agrumi per creare un buon profumo ma funziona molto bene anche mischiato all’olio essenziale di cannella o chiodi di garofano. Provare per credere.

Altri oli essenziali da scoprire

olio essenziale dell'albero del tè

Olio essenziale dell’albero del tè (tea tree), a cosa serve e come usarlo

Indubbiamente l’olio essenziale dell’albero del tè  è da tenere in casa date le sue forti proprietà antisettiche antivirali. Ottimo anche …

0 comments
OLIO ESSENZIALE DI legno di sandalo

Olio essenziale di sandalo; proprietà, benefici e come usarlo

L’olio essenziale di sandalo (o di legno di sandalo) ha un profumo molto piacevole e spesso usato in cosmetici e …

0 comments

Olio essenziale di betulla, a cosa serve e come si usa

L’olio essenziale di betulla non è tra i più conosciuti ma ha diverse proprietà che lo rendono utile, inoltre ultimamente …

0 comments
olio essenziale di mirra

Olio essenziale di mirra; i suoi benefici e come usarlo

L’olio essenziale di mirra proviene da una resina di un albero che cresce in Somalia e altre regioni del nord est Africa. Mirra e incenso fanno pensare ai re magi, ma questa resina viene ancora usato in molti modi.
L’olio essenziale di mirra si mescola a bene con: Incenso, arancio dolce, mandarino, lavanda, bergamotto, legno di sandalo, spezie e benzoino
Nome botanico: Commiphora myrrha.
Famiglia: Burseraceae
Oli alternativi: Patchouli (Pogostemon cablin)
Metodo di Estrazione: distillazione usando vapore, l’estrazione produce una resina. La resina e oli essenziali sono ottenuti dalla corteccia.
La pianta proviene dal sud-ovest dell’Asia e dal nord est Africa. Si tratta di un arbusto o piccolo albero che cresce fino a 10 metri di altezza. Ha fiori bianchi e foglie profumate. La corteccia forma delle crepe, e si riempiono di una secrezione di resina . La consistenza iniziale della resina è fluida, ma si indurisce all’aria e diventa di colore rosso-marrone.
L’olio essenziale di mirra è di colore giallo con un aroma balsamico quasi da medicinale.
I principali componenti chimici dell’olio essenziale di mirra sono alcoli e sesquiterpeni

Le principali proprietà terapeutiche dell’olio essenziale di mirra

antinfiammatorio, antisettico, antimicrobico, astringente, cicatrizzante, emmenagogo, espettorante e  sedativo
Serve se avete la pelle screpolata, rughe e anche eczema. Dovete considerare che la mirra veniva usata per imbalsamare le mummie, quindi ha un effetto sulle rughe!
Molti la usano per l’artrite, ferite, asma, tosse, raffreddore, flatulenza, emorroidi,  e anche il piede dell’atleta. Come molte piante ha proprietà antibatteriche e contro i funghi. Viene anche usata per dolori mestruali.

Modalità di Utilizzo dell’olio essenziale di mirra

Viene usato in massaggi, diffusori, si trova in prodotti per la cura della pelle, in profumi, prodotti per il bagno e nelle candele. Si trova anche una versione acrilica di questo olio, ma ovviamente non contiene i principi attivi di quello naturale e quindi non ha gli stessi benefici.
Attenzione: Evitare durante la gravidanza e non dare ai bambini, come sempre fate attenzione quando usate qualsiasi olio essenziale in caso di allergie, fate un test prima dell’uso e diluite bene con un olio vettore.
La mirra rilassa l’utero e mentre questo va bene se si hanno dolori mestruali non va per niente bene durante la gravidanza. 

Altri oli essenziali da scoprire

Olio essenziale di lavandina; a che serve e come si usa

Il nome latino della pianta di lavandina è Lavandula x intermedia , si tratta di un incrocio tra la lavanda …

0 comments

Acqua di rose: di cosa si tratta e come usarla

Durante la distillazione di fiori per creare l’olio essenziale rimane dell’acqua, spesso quest’acqua viene usata, anche se la più famosa, …

0 comments
olio essenziale di camomilla

Olio essenziale di camomilla; a cosa serve e come usarlo

L’olio essenziale di camomilla sarebbe un olio da tenere in casa, purtroppo però è piuttosto costoso e molti preferiscono altri oli. …

0 comments