Olio essenziale di arancio dolce sui capelli, a cosa serve e come si usa?

Molti consigliano di usare l’olio essenziale di arancio dolce sui capelli  per una serie di motivi e vediamo quali sono. 

Una scuola di pensiero dice che la vitamina C che si trova nell’olio nutra il cuoio cappelluto e dilata i capillari quindi consentendo una circolazione sanguigna migliore il che significa che i follicoli vengono nutriti meglio. E le vostre chiome cresceranno folte e belle. Se tutto questo è vero non lo sappiamo, non ci sono studi che lo provano. Ma potete sempre provare, mal che vada i vostri capelli saranno profumati. 

olio essenziale di arancio dolce sui capelli

Altri invece dicono che l’olio essenziale di arancio dolce sui capelli serve particolarmente ad evitare le doppie punte e fa miracoli se avete i capelli secchi. Dovrebbe anche evitare la forfora. Per usarlo dovete massaggiarlo bene nei capelli e sul cuio cappelluto.

Potete metterlo prima di lavarvi i capelli, dovete mischiarlo ad olio di oliva, tipo un mezzo cucchiaiono di olio oliva e qualche goccia di olio essenziale di arancia. Mettete il tutto nel palmo della mano e massaggiate bene il cuio cappelluto e i capelli. Lasciate il tutto per circa un ora ma non andate al sole e se dovete andarci ricordatevi di coprirvi bene la testa.  Poi lavatevi la vostra chioma come fate di solito. 

Che prodotti posso comprare per usare l’olio essenziale di arancio dolce sui capelli?

Avrete una vasta scelta di prodotti sul mercato, l’arancio dolce non costa molto se paragonato ad altri oli e quindi potrete provarlo senza farvi troppo male al portafoglio e ha anche altri usi come potete leggere qui.  Come sempre, fate attenzione che si tratti di olio essenziale vero e non fragranza, il secondo ha sempre un ottimo profumo ma è sintetico e non ha le proprietà delle piante. Utile se volete fare un sapone ma inutile se volete vedere dei miglioramenti. 

olio essenziale di maggiorana

Olio essenziale di maggiorana; a cosa serve e come usarlo

Un ‘erba familiare in cucina ma che ha anche proprietà mediche. L’ olio essenziale di maggiorana,
anche se non tra i più usati, ha proprietà interessanti e un buon aroma.

Provatelo mischiato all’olio essenziale di limone o arancia in un diffusore per profumare la stanza. 
Descrizione dell’olio essenziale di maggiorana
Nome botanico: Origanum marjorana.
Si mescola Bene con: Lavanda, geranio,cipresso, eucalipto, pepe nero, legno di cedro e tutti gli oli essenziali di agrumi
Oli alternativi: Neroli (Citrus aurantium var. amara), di rosa (Rosa damascena), tea tree (Melaleuca alternifolia)
Metodo di Estrazione: distillazione in corrente di Vapore della fioritura di erbe (essiccate)
La pianta era originaria della regione del Mediterraneo e del nord Africa. È coltivata  ora in molti paesi, compresi gli Stati Uniti. Una pianta perenne o annuale, che cresce fino a due metri di altezza. Ha foglie verdi e piccoli fiori bianche ed è molto profumata.
L’olio essenziale di maggiorana è di colore giallo dal pallido al color ambra a secondo il tipo di pianta. Le piante che crescono in posti caldi hanno anche un’aroma  con note di canfora e mentola.
Principali Componenti Chimici dell’Olio Essenziale: Alcoli e monoterpeni
maggiorana
 

Principali proprietà terapeutiche dell’olio essenziale di maggiorana

: Analgesico, antisettico, antivirale, antibatterico, anti-infettivi, espettorante, sedativo, emmenagogo
Viene usato per minimizzare i lividi, in casi artrite e dolori muscolari, asma, bronchite e disturbi respiratori. Forte espettorante e buono contro il catarro.  Molti ritengono questo olio utile anche per casi di stress, depressione e insonnia. Alcune donne giurano che trovano sollievo dai dolori mestruali se usano questo olio.
Viene anche usato contro i dolori muscolari, crampi e spasmi. Ma sono le sue proprietà anti batteriche e anti virali che lo rendono un olio particolarmente utile.

Origanum majorana

coltivata per alimentare l’industria delle essenze con l'”Olio essenziale di maggiorana” usato nella produzione dei saponi, per profumare carni insaccate
 
Modalità di Utilizzo: oli da Massaggio, diffusori, viene anche usato in saponi e lozioni per la pelle, spray, prodotti per il bagno e sali e anche candele
Attenzione: Evitare durante la gravidanza. Come sempre fare un test sulla pelle prima di usarlo per massaggi e diluitelo bene in olio vettore. Non usatelo per massaggiare bambini.  Non confondere la maggiorana (Origanum marjorana) con l’origano comune (Origanum vulgare), che è a volte indicato come maggiorana. Inoltre, spagnolo maggiorana (Timo mastichina) non è  la maggiorana. L’origano ha componenti chimici diversi dalla  maggiorana. Ma un italiano dovrebbe distinguerli facilmente dall’aroma.
 
Mettete due gocce di maggiorana in un cucchiaio da tavola di olio vettore. Il massaggio serve a rilassare i muscoli del collo e a prevenire il mal di testa.
 
olio essenziale di cannella

Olio essenziale di cannella; cose da sapere e quando usarlo

Conosciamo tutti questa spezia per dolci e bevande ma esiste anche un olio essenziale di cannella utile in diverse occasioni …

0 comments

Olio essenziale di betulla, a cosa serve e come si usa

L’olio essenziale di betulla non è tra i più conosciuti ma ha diverse proprietà che lo rendono utile, inoltre ultimamente …

0 comments
OLIO ESSENZIALE DI EUCALIPTO

Olio essenziale di eucalipto; a cosa serve e come usarlo

Nome botanico: Eucalyptus immersioni, eucalyptus globulus (Eucalipto), Eucaliptu macarthurii, Eucaliptus polybractea , Eucaliptus radiata, Eucalipus sideroxylon, Eucaliptus smithii Famiglia: Myrtaceae …

0 comments
olio essenziale di chiodi di garofano

Olio essenziale di chiodi di garofano, a cosa serve e come usarlo

L’olio essenziale di chiodi di garofano è ottenuto dalle gemme, anche se non un olio che dovete assolutamente avere, ha …

0 comments
olio essenziale di incenso

Olio essenziale di incenso; a cosa serve e come usarlo

L’olio essenziale di incenso, insieme alla mirra ci ricorda dei tre magi, era infatti uno dei tre doni che portarono …

0 comments