oli essenziali per i capelli

Come usare gli oli essenziali per i capelli?

Avete mai pensato di usare gli oli essenziali per i vostri capelli? Effettivamente possono essere molto utili e ci sono diversi modi per farlo.
Come sappiamo il massaggio del cuoio capelluto può essere molto efficace per problemi come la caduta dei capelli e capelli fragili o secchi, ma bisogna farlo in genere almeno una volta alla settimana. Il massaggio stimola anche la circolazione del cuoio capelluto e nutre gli strati più profondi della pelle, portando più nutrienti ai follicoli e migliorando lo stato e qualità dei  capelli.

Ci sono tanti modi per usare gli oli essenziali per i capelli?

[dropshadowbox align=”none” effect=”lifted-both” width=”auto” height=”” background_color=”#fba7f5″ border_width=”1″ border_color=”#dddddd” ]Potete fare voi  un olio adatto al massaggio del cuoio capelluto,  basta mescolare 40 ml di olio di cocco e 10 ml di olio di germe di grano con tra 10 e 25 gocce di olio essenziale. Scegliete voi l’olio essenziale giusto, secondo il vostro tipo di capelli, pelle e le vostre esigenze.[/dropshadowbox]
Se avete i capelli grassi, potete anche fare un tonico che vi aiuta ad equilibrare la produzione di sebo, che è l’olio prodotto alla base dei vostri capelli. Il tonico dovrebbe anche promuovere la crescita dei capelli, soprattutto se scegliete gli oli essenziali per i capelli. Anche in questo caso scegliete voi l’olio essenziale giusto per voi controllando le proprietà di ciascuno, mettete un cucchiaio di aceto di mele e circa 100 ml di acqua distillata. Potete anche aggiungere 10 gocce di olio essenziale di lavanda all’acqua distillata. Usate la miscela per massaggiare bene il cuoio cappelluto.
A volte non avete tempo di lavarvi i capelli e se sono un po’ grassi e hanno forfora potete massaggiare direttamente 5 gocce di olio essenziale di lavanda e 5 gocce di olio essenziale di albero del té, non dovete fare altro che usare le dita per mettere questi oli nei capelli. 
In ogni caso non lavate i capelli troppo spesso, li danneggierete privandoli degli oli protettivi naturali. Se volete fare uno shampoo veloce asciutto prendete un cucchiaino di argilla di fuller e metteteci una goccia di olio di rosmarino.  Separate i capelli in sezioni e cospargere la miscela. Lasciare agite per cinque minuti dopo spazzolate bene.
Con gli oli essenziali potete anche fare in casa un buon balsamo per favorire la crescita dei capelli e migliorare la qualità e la struttura dei capelli. Prendete 10 gocce di olio essenziale di vostra scelta e mescolatele a  25 ml di olio extravergine di oliva leggermente tiepido e strofinate questa miscela nel cuoio capelluto. Coprite i capelli con della carta cerata, avvolgete in asciugamani caldi e lasciare agire per un’ora circa. Lavate bene usando uno shampoo delicato per non rimanere con i capelli tutti unti! Potete fare questo semplice procedimento un paio di volte al mese. 
[dropshadowbox align=”none” effect=”lifted-both” width=”auto” height=”” background_color=”#faee51″ border_width=”1″ border_color=”#dddddd” ]ATTENZIONE certi oli essenziali non si mischiano bene con shampoo e altri detergenti, questi sono limone, ylang ylang, legno di cedro, limone, cipresso e mandarino. Non potrete fare shampoo o gel per docce con questi oli, ma potete usarli negli altri modi elencati. [/dropshadowbox]
Potete fare anche uno shampoo vostro personale, acquistate uno shampoo a pH neutro  e come al solito aggiungete gli oli essenziali che preferite o che vanno meglio al caso vostro. Potete fare una bottiglia da 100 ml, in questo caso non mettere più di 50 gocce di olio essenziale. Se invece preferite farlo ogni volta mettete un paio di gocce per ogni dose di shampoo, mischiatela nel palmo della mano e fate uno shampoo normale.

Lavanda e albero del tè fanno crescere il seno ai ragazzi?

Secondo uno studio del National Center for Biotechnology Information (NCBI) gli oli essenziali di lavanda e di albero del tè potrebbero essere legati alla crescita anormale di seno nei ragazzi.

I ricercatori si erano basati su questo studio del 2007 che seguiva tre bambini di 7, 10 e 4 anni tutti affetti da una crescita del seno. Tutti e tre i bambini erano stati esposti regolarmente a questi oli essenziali. Dal momento che fu eliminato l’uso di questi due oli, tutti i sintomi anormali sparirono.

Nello studio recente invece i ricercatori hanno analizzato otto sostanze chimiche che si trovano in questi oli. Solo quattro di queste sostanze si trovano sia nell’olio di lavanda che in quello di albero del tè. Queste sostanze sono state applicate a cellule umane cancerogene e osservato diversi cambiamenti endocrini che possono effettivamente portare ad un aumento di estrogeno.

Occorrono altre ricerche per confermare questo fatto, le sostanze chimiche colpevoli di questo si trovano presenti in ben altri 65 oli essenziali.

Ciò, anche se confermato, non significa che bisogna assolutamente smettere di usare gli oli essenziali ma di usarli consapevoli che hanno sostanze chimiche attive (che è quello che vogliamo se ci aspettiamo degli effetti positivi) che possono causare degli effetti collaterali indesiderati.