Gillenia trifoliata; pianta americana da giardino con proprietà medicinali 399

Una pianta ancora non molto comune in Italia, anche se alcuni appassionati di giardinaggio l’hanno adottata. Cresce nel est degli Stati Uniti e Canada, nelle parti umidi del paese, infatti la gillenia trifoliata non ama molto il sole forte. Cresce infatti al massimo fino in Georgia, ma si trova molto in Ontario.

Se avete un giardino non troppo esposto al sole potete acquistare i semi di questa bella pianta anche in Italia e provarla a fare crescere.

Foto:A. Barra [GFDL or CC BY 3.0], from Wikimedia Commons

Non è una pianta molto alta, solitamente infatti arriva solo a 80-90 cm, ha foglie e foglioline molto diverse tra loro e i fiori a forma di stella sono bianchi con qualche punto di rosso. La pianta dura anni se curata bene, fiorisce verso giugno e in autunno le foglie diventano rosse. D’inverno rimane poco ma si prepara per la primavera seguente quando ricomincia il ciclo di crescita.

Le radici della gillenia trifoliata sono di color marrone quando vengono essiccate e possono essere polverizzate facilmente, una volta seccate.

Gillenia trifoliata

Gli indiani americani usavano questa pianta per le sue proprietà emetiche, toniche ed espettoranti. Veniva anche usato dai primi coloni per l’indigestione e i problemi di stomaco. Gli indiani la usavano molto come lassativo. Purtroppo questa pianta è stata quasi dimenticata da tempo e non si trovano molti prodotti che la contengono.

Semi della gillenia trifoliata

Le radici della gillenia trifoliata contengono gomma, amidi, acido gallotannico, grassi, cera, resina, lignina, albume, sali e sostanze coloranti. Ciò non significa che potete andare in giardino e mangiare le radici di questa pianta, in realtà le radici dovrebbero essere filtrate ed evaporate con alcool.

Previous ArticleNext Article

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: