Oli essenziali per diffusore, quali sono i migliori? 93

Oli essenziali per diffusore, quali sono i migliori? 94

Quando si scelgono gli oli essenziali per diffusore è un po’ difficile pensare a quale sia il migliore. Molto dipende dai gusti personali e per quali motivi volete usare un diffusore. Solo per profumare l’ambiente o volete anche avere effetti sul vostro mood e salute? Oppure per scacciare gli insetti? 

Se volete solo profumare in genere per un ambiente un olio come la lavanda, il sandalo o qualsiasi agrume sono i migliori. Alcuni preferiranno un profumo come il patchouli o anche ylang ylang.  Altri preferiscono mischiare due o più oli essenziali per creare miscele personalizzate. Per esempio, l’olio essenziale di lavanda si mischia benissimo ai profumi di agrumi, provate lavanda e bergamotto per esempio. Oppure anche lavanda e legno di cedro. L’olio di lavanda è un po’ un jolly per quanto riguarda il diffusore, potete unirlo a quasi tutti gli oli essenziali. 

Indubbiamente ci sono oli essenziali che non hanno un bel profumo come il tea tree o il wintergreen, ma anche questo dipende dai gusti, ci sono persone che amano l’odore del tea tree!

Dovete tenere presente che certi oli essenziali possono essere sedativi mentre altri vi tengono svegli (olio di menta piperita per esempio) e quindi dovete scegliere l’olio giusto per il momento della giornata. Fate anche attenzione ai bambini e animali, alcuni oli possono essere nocivi. Meglio usare gli oli essenziale con cautela se avete un neonato o un cane o un gatto. 

Evitate di tenere sempre il diffusore acceso, troppa esposizione agli oli essenziale può causare mal di testa e altri problemi. Ci sono diffusori che hanno un timer o che si accendono e spengono regolarmente proprio per evitare questo problema. La cosa migliore è di usare un diffusore per 20/30 minuti alla volta. 

 

Previous ArticleNext Article

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: